Agorà Ciminna è attivo al nuovo indirizzo www.agoraciminna.it

La seguente pagina rimarrà a vostra disposizione con le sole funzioni di archivio degli articoli pubblicati negli anni passati (Agosto 2012).
Selezionando i due menù alla vostra destra potrete attingere alle notizie classificate per data e per argomenti.

venerdì 11 maggio 2012

Reintrodotta la rotatoria

di Agorà Ciminna
Occhio alla rotatoria!!!
Ci risiamo, la rotatoria di Piazza A. De Gasperi viene reintrodotta dal nuovo Sindaco Vito Catalano, nei primi giorni del suo secondo mandato. 
Era il 2 Novembre del 2010 quando vi davamo notizia dell'abolizione dell'obbligo di rotatoria introdotto durante il primo mandato di Vito Catalano. (leggi articolo)
Come un anno e mezzo fa, diamo la notizia per evitare incidenti, e far conoscere alla cittadinanza le nuove disposizioni della viabilità urbana.

Non nascondiamo che allora ci complimentammo con l'amministrazione Leone, per averci evitato la rotatoria specialmente negli orari in cui escono i bambini da scuola (cosa alquanto pericolosa). L'orario di entrata e di uscita dei bambini della scuola elementare oltre ad essere causa di pericoli per i bambini stessi, è il momento di concentrazione maggiore del traffico ciminnese, causato dalle tante auto parcheggiate dai genitori in prima, seconda e terza fila.
Rotatoria si, rotatoria no... occhi ben aperti e ricordatevi di girare a destra per chi viene da via G. Falcone.

77 commenti:

Anonimo ha detto...

Il primo provvedimento della nuova amministrazione lascia ben sperare per il futuro.

Come inizio non c'è male la nuova amministrazione dimostra da subito di conoscere i veri problemi di Ciminna, correggendo con tempestività uno dei gravissimi errori commessi dall'amministrazione guidata dall'ex Sindaco Giuseppe Leone

Ora credo che bisogna riposizionare il faro che illuminava Monterotondo, rimosso dalla precedente amministrazione, i ciminnesi non aspettano altro.

Anonimo ha detto...

La rotatoria senza dubbio agevola la circolazione del traffico, così facendo l'incrocio sarà molto più facile da regolamentare e le auto non arrivano all'incrocio a grandi velocità. Ma durante l'uscita/entrata dei bambini da scuola penso sia dannosa, sia per l'incolumità dei bambini che per il traffico. Permettetemi un pizzico di ironia, a prescindere dell'utilità o meno della rotatoria. Ma quando sarà ri-illuminato u cozzu di matritunnu?

Anonimo ha detto...

scusami sal ma non sapevo di essere sintonizzato sulla stessa onda...
capita... è il bello della diretta...

sic68 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Cari gestori del blog.
Propongo di lanciare una raccolta firme (petizione) on line per chiedere al nuovo sindaco di dimezzare la sua indennità che comporta a caduta il dimezzamento delle indennità di assessori e presidente del consiglio.
E di chiedere che l'imposta imu sia stabilità al minimo consentito dall'attuale legislazione.

sic68 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

La petizione per l'IMU si può senz'altro fare, perche anche se l'IMU fosse già stata stabilita per quest'anno (non mi risulta) può sempre essere rivista per il prossimo.
Un'altra cosa da attenzionare è la possibilità che il comune dia in gestione il polo museale a qualche associazione culturale, facendo pagare a noi i costi dell'operazione. Insomma un'operazione tipo coinres. Risulta infatti che diverse persone hanno votato in seguito a questa promessa.

benito campobello ha detto...

capisco che è molto più semplice risolvere solamente 143 problemi che 1544........regolamentare il traffico era al secondo posto delle cose da fare nei primi 100 giorni......al primo vi è la ricognizione dello stato delle strade, e sono stati presi i primi provvedimenti programma voluto dal 55% dei cittadini... ma forse le regole di democrazia e la volontà popolare non valgono x tutti!!!dimenticavo sono solo passati 24 ore dall'insediamento

Archimede ha detto...

Caro padrino, non capisco a chi vuoi colpire con il tuo commento. Qui parlano liberi cittadini ed ognuno dice la sua. Non di certo "Liberamente" è rappresentata solo da Francesco (che cmq esprime un opinione) ne dagli altri che hanno scritto. Non mi pare proprio la maniera di porsi...Anzi...

Archimede ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
benito campobello ha detto...

caro figlioccio......la storia è lunga.......molto lunga ...e forse tu non sei a conoscenza dei fatti, o ti hanno lasciato all'oscuro..... buone feste di cuore!!!!!

Archimede ha detto...

Non mi ha lasciato all'oscuro nessuno...anzi...Adesso nn capisco proprio più dove vuoi parare...eri già fuori discorso prima...ora completamente!

Anonimo ha detto...

Dopo l'incoerenza tra le cose scritte e dette mesi fa, e quelle fatte in questi ultimi mesi siamo davvero alla frutta.
Le minoranze non vanno denigrate, perchè sono parte fondamentale della società. Per fare del bene per ciminna, bisogna confrontarsi con tutti. Nel mio commento c'è un pizzico di sana ironia ma nessuna critica.
Il sindaco eletto non dovrà risolvere i problemi di 1544 persone perché è il sindaco di una comunità. Se volessi pensare alla tua maniera potrei dire che i problemi di 55 persone non saranno mai risolti considerato il gruppo di 1544. Ma io penso che il pensiero e il problema di ogni singolo uomo conta quanto tutto il resto. E ricorda la celebre frase di Aristotele "Le persone oneste e intelligenti difficilmente fanno una rivoluzione, perché sono sempre in minoranza." Aggiungo io schierarsi con i vincitori è facile, ma sapere di avere 1544 persone unite dalla forza di vincere piuttosto che da un pensiero o ideale non è cosa bella.

Anonimo ha detto...

Lo diceva anche Roberto Benigni nel film Jonny Stecchino, che il più grave problema di Palermo era il traffico.

Adesso scopriamo che anche a Ciminna, il nuovo Sindaco pensa che il più grosso problema del paese è il traffico.

Anonimo ha detto...

Ottima iniziativa quella di Salvatore Fina sul taglio all'indennità, per quanto riguarda il polo museale, occhi ben aperti. Da un anno ormai è protagonista della politica locale.

benito campobello ha detto...

grazie di tutto!!!!!

benito campobello ha detto...

non si finisce mai di conoscere le persone!!!

sic68 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sic68 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Archimede ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Archimede ha detto...

sic68, io sono archimede tusa. Appunto nn so a quali presunti segreti si alluda, visto che la mia partecipazione e quella di "LiberaMente" sono state evidenti e sotto gli occhi di tutti. Non appartengo a lobby, tanto meno uso le loro metodologie.

sic68 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
benito campobello ha detto...

mi dispiace caro sic68 non rispondo agli anonimi!!!

benito campobello ha detto...

ho risposto a francesco Tusa ad una sua provocazione, sbagliando, ma ritengo che è irriguardoso usare ironia sul ripristino della rotatoria a distanza di 24 ore dall'insediamento! siamo stati gli unici ad avere avuto il coraggio di mettere sul nostro programma le cose da fare nei primi cento giorni perchè riteniamo convintamente che è proprio su ciò che si potràmisurare la capacità dell'azione amministrativa!!!!! x quanto riguarda le varie P2 P3 e P4 Ciminnese ....io conosco solo la PS2 e la PS3 di mio figlio!!!

sic68 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
benito campobello ha detto...

egregio si scrive con una g!!! e la fa essendo imperativo del verbo fare si scrive con l'accento!!!

sic68 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Abbiamo a Ciminna una nuova amministrazione che in campagna elettorale ha promesso molte cose, tutti speriamo che riesca a realizzare con successo ed equità il proprio programma.
Io non ho potuto votare perchè sono all'estero, se fossi stato in Italia non avrei votato nessuno dei tre candidati Sindaco, (questa è la mia posizione a scanso di equivoci).

Le regole della democrazia vogliono che chi vince è legittimato ad amministrare, chi perde va in minoranza e svolge l'essenziale ruolo della cosiddetta opposizione politica, che io intendo come controllo, collaborazione, contrasto e proposta.

Oltre a chi si assume l'onere e l'onore di amministrare, ci sono anche i cittadini, c'è la società civile che ha il diritto di criticare e proporre. Votare o non votare non vuol dire firmare una delega in bianco per cinque anni.

A Ciminna la partecipazione alla vita pubblica da parte dei cittadini non ha ancora fatto il salto di qualità che invece è auspicabile, ci sono segnali che vanno in questa direzione ma ancora tutti da organizzare e sviluppare.

L'impegno che vorrei assumermi, assieme a chiunque ne senta l'esigenza è quello di dare il mio contributo affinchè questo salto di qualità si realizzi, e si possa avere anche a Ciminna una società civile che dice la propria apertamente e disinteressatamente sulle problematiche (non solo politiche) di interesse collettivo.

Il mezzo che intendo (iamo) usare è principalmente la rete attraverso tutti gli strumenti che essa consente.
Certamente se dovessi verificare troppa assenza di partecipazione mi ritirerei di nuovo in buon ordine, ma per adesso penso che il tentativo vada fatto.
In questi giorni intendo lanciare una petizione on line, chiedo alla redazione di agoraciminna se può ospitare in questo blog la petizione in quanto essa necessita di un url. A presto.

Anonimo ha detto...

Ho dimenticato a firmare il post precedente. Sal sta per Salvatore Fina

Filippo Ciringione ha detto...

Non è mia abitudine partecipare ai Blog, pur seguendoli saltuariamente e ritenendoli ottimi strumenti di comunicazione, specialmente quando vengono gestiti bene, ma personalmente preferisco le piazze reali a quelle virtuali.
A tal proposito volevo fare i complimenti a Francesco Tusa che con spirito di dedizione è riuscito a creare e gestire con maturità, situazioni non facili per persone adulte, figuriamoci per un ventenne.
Bravo Francesco continua con l’imparzialità che ti ha contraddistinto fino ad oggi, garantendo un servizio pubblico che fino ad oggi a Ciminna nessuno aveva avuto il coraggio di lanciare.
Ho letto attentamente questo thread, trovandolo coerente con la linea editoriale seguita in passato dalla redazione di AgoràCiminna, non trovando alcuna vena polemica nell’articolo, ma soltanto una dovuta segnalazione agli utenti della strada.
Per quanto riguarda Totò Fina, non appena rientri in Italia se ne può parlare, sono sempre disponibile a dialogare con gente che ha a cuore l’interesse di ciminna e dei ciminnesi.

Filippo Leto ha detto...

Signori non stiamo lì pronti a criticare tutto ciò che fa la nuova amministrazione...Questo purtroppo è un fenomeno che si ripete anche in ambiti più grandi (Nazionale,regionale..)..Purtroppo c'è sempre la tendenza da parte di chi ha perso di far apparire inutile o sbagliato quello che fanno i vincitori...Come dice Benito sono passate poco più di 24 ore dall'insediamento!!! Lasciamoli lavorare in pace...

Anonimo ha detto...

Filippo Leto. Penso che nessuno si augura che questa amministrazione non lavori bene. Il "lasciamoli lavorare" penso riguardi i provvedimenti futuri, mentre la critica sul ripristino della rotatoria riguarda un provvedimento già preso e operativo. Uno può anche essere d'accordo con questo provvedimento, ma c'è anche chi può non esserlo e giustamente esprime la sua opinione. Non c'è un tempo per dirsi d'accordo o no sui provvedimenti presi, se uno non è d'accordo lo dice, non aspetta il fischio dell'arbitro. Per rallentare le auto nei pressi dell'incrocio non si fanno le rotatorie deviando il traffico verso la scuola nella zona che alla fine delle lezioni è piena di bambini ed è anche l'unica zona dove le signore potevano posteggiare per lasciare o prendere i figli che frequentano la scuola.Mi piacerebbe anche sapere se l'ex sindaco che la rotatoria l'aveva ripristinata è d'accordo, penso sia contrario come me tranne che non si sia pentito. Aggiungo: io non ho ne perso ne vinto, nessuna delle tre proposte in campo incontrava il mio favore.

Anonimo ha detto...

Certo che spendere 4 giorni di "ironia" sulla rotatoria lo trovo molto costruttivo. Totò non penso proprio sia l'unica zona dove le mamme o i papà possono parcheggiare le macchine per andare a prendere i figli a scuola perchè c'è una piazzetta abbastanza più spaziosa sotto il bar chiosco vicino le case popolari dove poter parcheggiare, ma sai benissimo che è nostra abitudine (di tutti, e dico di tutti) andare a fare la spesa o andare in famacia, dal medico, in banca, ect ect e parcheggiare in doppia e tripla fila per non fare 20/30 metri o quelli che siano a piedi dove si può benissimo sostare senza creare nessun intralcio. Poi ognuno è libero di criticare e ironizzare quanto vuole, ma se si inizia a dare tutta questa importanza ad una cosa che, a mio avviso, non comporta nulla, mi sa che in questi cinque anni sentiremo solo criticare e ironizzare. Il confronto sano fra cittadino e amministrazione è legittimo, ma che si faccia per cose importanti almeno!Totò poi per quanto riguarda il Polo Museale ti posso illustrare benissimo la situazione come ho fatto da più di un anno fino ad oggi con tutti... e con tutti significa sia Lista Catalano, sia Lista Tusa, sia Lista Barone sia Ammimistrazione Uscente sia cittadini perchè non c'è nulla da nascondere proprio su questo argomento. Quando torni se sei interessato sai dove trovarmi...

Anonimo ha detto...

scusami se non mi sono firmato....Paolo Cassata

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
ciminnitu ha detto...

Ma Paolo Cassata c'è andato mai a prendere i bambini a scuola quando piove e le strade diventano pozzanghere?
Poi vorrei capire che strada devono fare gli auto-articolati che dal mulino devono andare verso Palermo?
Ahhh... dimenticavo il nosro Sindaco se ne intende di Camion quindi i sui impiegati avranno preso le misure.
W Cimina e Ciminnesi Gridavano dai Balconi, mi sa tanto che fra qualche lustro la storia ripeterà e tutti saranno contenti.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Paolo se per te mettere a rischio l'incolumita' dei bambini, o farli bagnare (nei giorni di pioggia) quando escono o entrano dalla scuola non significa nulla e non e' importante ne prendo atto.
Se si posteggia nella piazzetta che dici tu, i bambini e le loro mamma dovranno attraversare la strada e camminare in quelle zone che nei giorni di pioggia si riducono in laghi. In quanto al traffico, io personalmente cammino quasi sempre a piedi e non posteggio in doppia fila.
In quanto al museo, io non ho mai detto che c'è qualcosa da nascondere.
So che tu Paolo sei parte in causa, e non ci trovo nulla di scandaloso nel difendere ,da parte tua questa operazione, ci vedo però un evidente conflitto d'interssi.
In linea di principio non sono contrario all'operazione, tutto quello che va nella direzione della promozione culturale del paese va incoraggiato.
Affermo tuttavia con convinzione che se l'operazione è quella della quale ho sentito parlare, che prevedeva che i costi dell'affidamento del servizio fossero a carico della comunità,cioe' che i fondi devono essere attinti dal bilancio comunale con le ovvie conseguenze di aumento delle tasse per i ciminnesi, allora io credo bisogna usare tutti i mezzi legali per far fallire l'operazione. Ai ciminnesi e' bastata e avanzata l'operazione coinres. Abbiamo già visto le precedenti amministrazioni comunali buttare soldi dalla finestra per finanziare il progetto di scavi al Pizzo.
Quei soldi potevano essere spesi meglio, ad esempio acquistando libri e altro per la biblioteca, promuovendo iniziative per avvicinare le giovanissime generazioni al libro e alla cultura.
Sono comunque d'accordo con te su un punto: ognuno e' libero di ironizzare e criticare quanto vuole, aggiungo solo che per potere criticare e ironizzare bisogna essere liberi sul serio.
Ma bisogna anche essere liberi per essere credibili anche quando ci si dice d'accordo.

Anonimo ha detto...

Ma tutti gli altri paesi del mondo come fanno?Hanno un tunnel dal parcheggio fino alla classe del proprio figlio? Comunque i mezzi pesanti potrebbero essere esclusi da questo divieto. E comunque voglio sottolineare che non voglio difendere nessuno, perchè non ho mai fatto politica e ho detto sempre tutto in faccia sia a chi ho votato sia a chi non ho votato, ma ripeto questi mi sembrano solo discorsi persi. Totò per il Polo Museale mi pare di capire che non sai proprio come stanno le cose altrimenti, conoscendoti un pò, non parleresti così e ti ripeto che è meglio parlarne di presenza perchè parlandone qui si potrebbe interpretare male qualche frase o magari qualche "anonimo" non riuscirebbe proprio a capirla.Paolo Cassata

Anonimo ha detto...

Paolo a Ciminna non c'è bisogno di costruire nessun tunnel, basta non deviare il traffico verso la scuola e creare lì una zona accessibile solo a chi si reca a scuola per prendere e lasciare i figli, e ovviamente ai residenti.
Personalmente, lavorando in quella scuola, il problema non lo vivo direttamente ma mi interessa anche l'incolumità dei figli degli altri.
In quanto al Polo museale prendo atto del fatto che tu dici che sono male informato(può essere), di certo nessuno di noi sarebbe contento ad assisstere ad un'altra operazione tipo coinres in piccolo.
Se i fondi per il servizio non sono comunali, ma ad esempio europei, approverei senz'altro l'iniziativa, se i fondi sono comunali allora le cose cambiano.
A Ciminna c'è gente che è costretta ad andare a prendere il cibo dalle associazioni o nelle parrocchie, mi pare che vista la situazione bisogna stabilire delle priorità di spesa per quello che riguarda i soldi pubblici cioè anche miei e tuoi, del bilancio comunale.Ovviamente la questione non investe solo l'iniziativa di cui parliamo ma tutte le spese del comune.Ti invito invece a fare politica non quella del palazzo ma quella dei cittadini semplici.

ciminnitu ha detto...

Allo stato attuale la segnaletica installata dagli operai del Sindaco, non prevede nessuna deroga per mezzi speciali, qual'ora non si rispettasse la segnaletica (cosa che sono obbligati a fare gli auto-articolati del Mulino), in caso di sinistri paga chi sbaglia, ma ha parte ai danni c'è pure la beffa che qualcuno possa farsi male. Inoltre volevo segnalare che ho cercato l'ordinanza del Sindaco in merito a l'istituzione della rotatoria, ma l'albo pretorio on-line del Comune non funziona, strana coincidenza.
Vorrei proporre qualcosa di più utile al nostro Sindaco, perchè non installare dei semafori per gestire il traffico dei mezzi pesanti nel tratto viale dei Pini - Mulino. Quanto meno si mette un pò d'ordine a strata longa ed evitare pericolose manovre agli utenti della strada.
Mi scuso se sono uscito fuori tema, ma a tal proposito vorrei sensibilizzare il gestore e gli altri utenti che nei blog i commenti devono essere in tema con l'argomento trattano e non divagazioni personali fuori tema.
Chi vuole trattare un argomento specifico lo proponga eventualemte al gestore, che se lo riterrà opportunuo lo pubblicherà.
Queste sono normalmente le regole che si applicano nelle piazze virtuali.

maria urso ha detto...

Non sono una frequentatrice abituale di questo blog, ma è già la seconda volta che leggo commenti non rispondenti a verità sugli scavi del Pizzo, quindi è doveroso comunicare ai lettori che:
1 Le campagne di scavo sono state fatte anche da Ciminnesi a titolo del tutto gratuito (personalmente ho caricato i materassi per 5 campagne di scavo!!!)
2 Ci sono persone che oltre ad avere scavato per 5 anni x 8 ore al giorno gratis, hanno continuato x altri 7 anni a studiare i materiali del Pizzo e se "qualcuno" non si è interessato nemmeno di venire agli incontri di fine scavo o ad altri organizzati fino a poco tempo fa, non ha il diritto di dire che sono stati soldi sprecati!
3 Invito tutte le persone che hanno voglia di fare davvero qualcosa di costruttivo a svolgere servizio di volontariato presso il museo civico x salvare quel poco che è rimasto del nostro patrimonio, invece di alimentare sterili polemiche! Parlare, invece di agire è molto comodo! Farlo da lontano,poi, ancora più comodo!
Maria Urso

ciminnitu ha detto...

Scusate, se continuo io stesso ad andare fuori tema, ma finalmente il sito del Comune ha ripreso a funzionare è ho visto ceh non vi è traccia dell'ordinanza dell'instituzione della rotatoria. Chiedo a voi luminari della legge, se questo è regolare e se pertanto è altrettanto regolare l'apposizione di segnaletica senza un'ordinanza regolarmente pubblicata nell'albo pubblico del Comune.
Se tutto questo fosse vero, in caso di multe le multe si dovrebbero pagare? in caso d'incidenti come ci si deve comportare?
Certo che già incomincia a regnare la confuzione, ma poi perchè i cartelli sono stati apposti dai suoi impiegati e non dal personale del Comune?
In caso di infortuni sul lavoro chi avrebbe coperto questi infortuni? etc etc...
Mi voglio fermare qui, mi auguro che tutto ciò non ricada sui Cittadini onesti della nostra comunità, con l'aumento di altre tasse.

ciminnitu ha detto...

Scusate ancora, ma forse non ho capito bene o mi è sfuggita qualche cosa, ma nessuno ha parlato di scavi e di materassi in questo blog.
Forse sono stati cancellati dei commenti che non ho letto?
Chiedo lumi all'utente Maria Urso

Anonimo ha detto...

Maria Urso.
Io ho postato sempre i miei interventi senza personalizzare non capisco perchè lo fai tu.
Secondo te il fatto che sto lavorando fuori non mi dà diritto di parola?
In quanto alle sterili polemiche, le mie sono opinioni disinteressate, mentre mi aspetterei meno furore polemico da chi è in conflitto d'interessi sull'argomento come lo sei tu. Infine quando ho detto che il comune ha sprecato soldi per gli scavi al Pizzo non mi riferivo ai volontari che non venivano pagati. Purtroppo per te all'epoca dei primi scavi io ero consigliere comunale e per gli anni che sono stato in consiglio il comune stanziava e spandeva (vado a memoria) dagli otto ai dieci milioni di lire l'anno. Ci sono le delibere puoi andare a consultarle.

maria urso ha detto...

Totò Fina, nel momento in cui scrivi che i soldi stanziati per gli scavi sono stati sprecati, attacchi personalmente tutto il lavoro che ho fatto e continuo a fare da volontaria. I soldi stanziati per lo scavo sono serviti per coprire le spese di scavo e se credi che siano stati troppi, ti devo far notare che non sei molto preparato sull'argomento!
Inoltre non mi pare corretto parlare "andando per memoria" o per "sentito dire"!Infine da una persona che è stata consigliere comunale mi aspetto la tutela e la difesa della nostra memoria, che purtroppo stiamo perdendo!Non sono affatto in conflitto d'interesse, perchè continuo a fare quello in cui credo indipendenntemente dalle vicende elettorali e non ho detto che non puoi esprimere la tua opinione, ci mancherebbe! Semplicemente credo che tu non sia ben informato sulla ricerca archeologica che stiamo portando avanti senza nessun contributo e quindi non è corretto parlare di spreco se non si conosce la situazione.
Perdona il mio furore polemico, ma, credimi, è davvero frustrante lavorare tra l'indifferenza della maggior parte delle persone!

maria urso ha detto...

PS. Quando parlo di spese di scavo mi riferisco a vitto e alloggio dei volontari, che ovviamente hanno lavorato gratis, quindi questi soldi sono andati ai ristoranti e alle persone che hanno affittato la loro casa, cioè ai CIMINNESI! E' spreco favorire l'economia ciminnese?

Anonimo ha detto...

Maria onestamente mi dispiace polemizzare con te però continui a buttarla sul personale. Si io non mi intendo di scavi archeologici, come credo tu non ti intenda d'insegnamento, infatti non mi sono addentrato in opinioni tecniche, e non ho disprezzato il lavoro di nessuno, ma mi sono limitato a dire che per me quei soldi si potevano spendere meglio.
Sono andato a memoria sui soldi spesi, perchè sono passati tanti anni da allora, ma mi riservo di procurarmi tutte le delibere e rendere note le spese sostentute. Io ero contrario agli scavi anche allora, non perchè non ritengo importante la ricerca archeologica, ma perchè non c'era dietro una programmazione economica del progetto seria e rigorosa da parte del comune. Infatti si procedeva per una tantum. So bene a chi sono andati i soldi spesso senza le necessarie pezze d'appoggio giustificative ma si sa siamo in Sicilia.
Sui benefici concreti, anche in termini culturali, che quella campagna di scavi ha portato alla comunità conosco l'opinione dei ciminnesi che corrispone alla mia. Che tu faccia la volontaria mi fa piacere, fai qualcosa che ti piace e sono contento per te. Ma se uno fa una cosa perchè gli piace e perchè ci crede poi non se ne vanta su un blog è una questione di stile.
In quanto al tuo conflitto d'interessi rispetto al Polo Museale, il tempo ci dirà se sono io o tu a dire cose non rispondenti alla realtà.

Filippo Ciringione ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Filippo Ciringione ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
maria urso ha detto...

Totò Fina, nemmeno io voglio polemizzar con te, quindi propongo di rinviare la questione a quando tornerai, magari su qualche punto potremmo anche esser d'accordo! Aggiungo solo che non mi sono mai vantata di quel che faccio, perchè non ne ho bisogno e perchè non sono l'unica volontaria, in questo caso, però, è stato necessario per far capire che la questione Pizzo non si è conclusa con lo scavo, il problema comincia dopo con lo studio dei materiali, perchè è da questo che vengono le informazioni e purtroppo richiede molto tempo. Per quanto riguarda il Polo museale, non credo di averlo mai nominato nei miei commenti, sottolineo solo che se avessimo avuto amministrazioni più sensibili, adesso non ci ritroveremmo con una scatola vuota che ogni tanto ospita qualche evento per giustificare la sua esistenza!Da anni diciamo che avremmo avuto un museo solo di nome e, come vedi, su questo il tempo ci ha già dato ragione!Adesso abbiamo la scatola senza il contenuto. Bello, no? Questo sì che è spreco di denaro pubblico! E la cosa più triste è che il contenuto non è conosciuto, anzi a volte è disprezzato.. e un popolo che rinuncia alle proprie radici non è degno nemmeno di chiamarsi tale...

Anonimo ha detto...

Maria
Sono d'accordo con te su tutti i punti del tuo ultimo commento.
In un mio commento ho sollevato il problema del finanziamento del progetto relativo all'affidamento del Polo Museale a soggetti esterni, attingendo dalle gia esauste casse comunali. Di questo si stava occupando la passata amministrazione, e durante questa campagna elettorale, la questione è stata molto in ballo, cioè è stata oggetto di promesse elettorali. Io ho inteso sottolineare che sarebbe amorale chiedere ulteriori sacrifici alle famiglie ciminnesi per finanziare questo progetto, anche se come te ritengo sarebbe un peccato avere come dici tu "la scatola vuota". Quello che bisogna evitare è che i soldi per finanziare il progetto si cerchino nelle tasche dei ciminnesi. Sei d'accordo?

maria urso ha detto...

Sono pienamente d'accordo!Ci sono diversi bandi a cui si potrebbe partecipare per aver anche contributi considerevoli, altro che museo si potrebbe allestir!!! E anche su questo devo sottolinear che come membro di un'associazione che ha tentato di partecipar a diversi bandi, ho ricevuto diverse batoste, perchè come ben sai, l'appoggio del Comune, anche in questo caso agevola e così abbiamo perso occasioni importanti e soldi per Ciminna! Ma questo è un altro lungo capitolo di delusioni che vi risparmio... E' ovvio che non bisogna gravar sui cittadini, ma consentimi di dire che TUTTE le associazion di Ciminna, persino quelle nuove, hanno ricevuto contributi per le loro manifestazioni, la Genesis non ha mai preso un contributo (eccetto uno x un calendario a cui abbiamo dovuto aggiungere soldi nostri!) Quindi bastava semplicemente dividere in modo più equo i soldi comunali, anche se pochi, per cominciare a catalogare i reperti, che non hanno nemmeno un inventario!!!La verità è che quello che fa la Genesis non fa spettacolo, non è visibile, quindi non appettibile per i nostri politici e così si preferisce stanziare 150 mila euro per un campo sportivo piuttosto che un euro per restaurare i libri dell'Ospedale Santo Spirito che avrebbero tutto il diritto di stare nella struttura x cui sono nati.

Anonimo ha detto...

Il tuo ragionamento non fa una piega. Credo che dovremmo provare ad essere più attivi sensibilizzando l'opinione pubblica almeno quella libera, per far capire a chiunque ci amministra, che i soldi del bilancio comunale sono nostri e vanno spesi "cum grano salis".
Ci sono famiglie a Ciminna, che purtroppo sono allo stremo ed è inaccettabile che si continui a fare finta di niente.

maria urso ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
maria urso ha detto...

Infatti! Credo che sia davvero inconcepibile per chi vive situazioni di disagio pensare che i soldi raccolti a fatica per pagar le tasse vengano investiti in attività prive di ritorno economico. Penso che quando si tratta di somme cospicue i cittadini dovrebbero esser messi nelle condizioni di esprimere la loro DIRETTA OPINIONE, anche perchè le persone che eleggiamo non possono rappresentarci in toto e spesso,una volta eletti, cambiano addirittura personalità!Inoltre le persone che stanno peggio sono quelle che parlano meno, quindi diventa solo una questione di coscienza, amministrar bene significa anche tutelare le fasce deboli, perchè prima di essere politici siamo uomini!

ciminnitu ha detto...

Sono felice che la diatriba tra voi due si sia risolta.
Vorrei riportare tutti sul tema dell'articolo originario "Reintrodotta la Rotatoria".
Oggi finalmente il Comune ha pubblicato l'ordinanza del Sindaco n°32.
Purtroppo c'è qualcosa che non va, anzi troppe cose non vanno, ma andiamo con ordine:
A - Tutti coloro che avessero subito multe fino ad oggi per non avere rispettato la segnaletica della nuova rotatoria, non sono obbligati a pagarle, in quanto la delibera è stata pubblicata solo oggi 16.05.2012 alle ore 13,25, mentre la modifica alla segnaletica è stata fatta alle ore 14,30 del 11.05.2012.
Quindi a norma di legge non poteva essere modificata nessuna segnaletica precedentemente alla data odierna, inoltre è evidente dagli atti che venerdì 11.05.2012 (data dell’articolo Pubblicato su Agorà Ciminna) non era stata emessa nessuna ordinanza da parte del Sindaco che arbitrariamente con personale non del Comune procedeva alla variante della Rotatoria. (vedi link dell’ordinanza http://www.comune.ciminna.pa.it/NW2012/02%20-%20ALBOPRETORIO/01%20-%20Atti%20in%20pubblicazione/Atti%20in%20pubblicazione.htm )

B - Non risulta che sabato mattina del 12.05.2012 il Comune fosse aperto e ne tanto mento in nessun atto ufficiale che dimostri che il Comando dei Vigili, Sabato mattina fosse aperto per scrivere e firmare la proposta di Ordinanza a sua volta contro-firmata dal Sindaco.
C - Nell'ordinanza si dispone in data 12.05.2012 all'Ufficio Tecnico Comunale di predisporre la segnaletica in ottemperanza alle nuove disposizioni, ma in realtà alle ore 14,30 del 11.05.2012 personale dipendente dell'Impresa del Sindaco stava predisponendo la nuova segnaletica, questa si che è efficienza.
D - La segnaletica così per come è stata collocata non è conforme all'ordinanza del Sindaco, in quanto non prevede l'esclusione dell’obbligo della rotatoria ai mezzi superiori a 35 quintali, così come indicato dall’ordinanza, (cosa che evidentemente hanno pensato dopo che i cittadini mulinari si sono lamentati).
E - Come mai l’ordinanza della Rotatoria porta la data del 12.05.12 in corsivo è scritta con PENNA a sfera, mentre tutte le altre ordinanze riportano le date con timbro datario?
F - Perché l’ordinanza così tanto urgente è stata redatta il 12.05.2012 e protocollata in data 16.05.2012.
G - Stranamente nell’albo pretorio on-line manca l’ordinanza del Sindaco n° 33 CHE FINE HA FATTO??? Forse le date non tornano?
Scusate se mi sono dilungato ma se questa amministrazione inizia così, chissà cosa dobbiamo aspettarci in futuro.
Viva Ciminna e i Ciminnesi

alberto lupo ha detto...

ma sempre a lamentarvi state prima ci voleva la delibera ,ora che c'e' la delibera non e' valida;ma lasciate lavorare in pace questa nuova amministrazione ed interveniamo solo per le cose serie.Come dice l' amico sal Ci sono famiglie a Ciminna, che purtroppo sono allo stremo e noi ci lamentiamo di una semplice ROTONDA .

ciminnitu ha detto...

Interessante il tuo intervento da vero lupo in tacco e punta

ciminnitu ha detto...

Non penso proprio che il tuo amico Sal la pensi come te.

alberto lupo ha detto...

ma sempre a lamentarvi state prima ci voleva la delibera ,ora che c'e' la delibera non e' valida;ma lasciate lavorare in pace questa nuova amministrazione ed interveniamo solo per le cose serie.Come dice l' amico sal" Ci sono famiglie a Ciminna, che purtroppo sono allo stremo" e noi ci lamentiamo di una semplice ROTONDA

alberto lupo ha detto...

spero che cosi interpreti meglio cio' che alludevo per quanto riguarda l'amico SAL.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

L'intervento preciso e circostanziato di ciminnitu, ci dice che il procedimento usato per il ripristino della rotatoria ha seguito un iter fuori legge. Perche` se e` vero (come pare) che alcuni privati cittadini, si possono permettere di collocare un segnale stradale, allora domani mattina altri cittadini possono andare li a toglierlo, o a collocarne un altro e attendere che poi il Sindaco emetta l'ordinanza per sanare l'atto illegale. Insomma siamo nel Far West. ma siccome invece siamo in Italia, cioe` in uno Stato dove i cittadini pagano le tasse anche per far funzionare i servizi che tutelano la legalita` credo che chi di competenza dovrebbe intervenire. Lancio anche un appello all'opposizione consiliare se c'e` batta un colpo.

Anonimo ha detto...

Ci vogliono nuove parole. Parole importanti. Solidarietà, partecipazione sociale, senso di comunità, di identità nazionale. Nessuno deve essere lasciato indietro. L'imprenditore che si suicida, di solito per non dover affrontare l'incapacità di mantenere la famiglia (come fai a dirlo a tua moglie?), è una maledizione che né lui, né noi ci meritiamo. La corte dei miracoli, di mendicanti, che si affolla nelle nostre città è sempre più formata da italiani. Persino gli extracomunitari stanno lasciando l'Italia, uno su quattro è rientrato nel suo Paese o ha cercato fortuna altrove.
Abbiamo perso una guerra per la democrazia. Molti l'hanno combattuta per noi nel dopoguerra e sono stati ammazzati per questo. L'elenco è interminabile, da Impastato a Ambrosoli, da Puglisi a Borsellino a Vassallo. La guerra civile non è finita nel 1946, è continuata fino ad oggi, ha prodotto migliaia di morti, decine di stragi, l'occupazione del potere da parte della P2, la fine della sovranità dello Stato nelle regioni dove regna la criminalità organizzata. E ora il fallimento economico dell'Italia. Dobbiamo creare una rete di protezione sociale per affrontare la tempesta perfetta che ci aspetta. Non è tollerabile che un cittadino muoia di povertà, di debiti, di solitudine. O ce la facciamo tutti insieme o il Paese si disgregherà in mille egoismi. Una nuova dittatura è possibile.
Il cittadino deve sentirsi protetto dallo Stato (e non lo è), uguale di fronte alla legge (e non lo è, dipende dal reddito e dallo studio legale che può permettersi), rispettato come contribuente (non preso per il culo da una serie infinita di condoni e dallo Scudo Fiscale). I cittadini devono potersi riconoscere nello Stato. Deve essere il nostro specchio. Noi siamo lo Stato. Il tempo dei pannicelli caldi, delle dichiarazioni ad effetto, delle mascherate televisive è giunto al termine. La verità, che nessuno vuole dire, e molti neppure sentirsi dire, è che la Grecia andrà presto in default e da quel momento in poi tutto è possibile. Nel frattempo i nostri politici si trastullano senza fare un taglio che sia uno e accollando ai cittadini i costi inutili della guerra in Afghanistan, dei cacciabombardieri, dei partiti, dei giornali, della Tav da 22 miliardi di euro. Dio rende folli coloro che vuole perdere.

Beppe Grillo.

ciminnitu ha detto...

Purtroppo non sono le parole dei nostri Politici ma di un comico, che ha dovuto rinunciare alla sua carriera per potere dire quello che pensava.
Speriamo che almeno Lui possa dare una svolta alla storia del nostro Paese.

Onofrio ha detto...

La riedizione di Vito Catalano a Sindaco si è concretizzata con l'immediato ripristino della rotatoria in corrispondenza della Scuola Elementare. Su Agorà Ciminna si è scatenato il putiferio in opposizione a tale provvedimento. A parte i cavilli giuridici sulla regolarità del provvedimento, a prima vista sembra che la rotatoria effettivamente risulti un intralcio e un pericolo in più per chi deve transitare a piedi nei paraggi. Sicuramente il Sindaco avrà valutato tali inconvenienti. Un dosso potrebbe essere un'alternativa. Alla fine le persone interessate potrebbero proporre una petizione popolare per far valere le proprie ragioni. A proposito di petizioni popolari, ma veramente Sal ne vuole fare una per far dimezzare l'indennità del Sindaco e degli Assessori? In periodo pre-elettorale di proposte se ne fanno tante e di tutti i tipi, ma ora questa petizione è il top dell'originalità. E a chi dovrebbe essere indirizzata la petizione? Ma è proprio così perfetta questa nuova amministrazione da dover fare una una petizione per cambiare qualcosa (l'indennità del Sindaco) che è meticolosamente regolata da leggi regionali e statali senza margini di discrezionalità? La pubblicazione nel sito del Comune degli importi di tali indennità sarebbe sicuramente un'operazione di trasparenza utile per tutti, almeno sappiamo di cosa stiamo parlando. Per i non addetti ai lavori non è facile reperire tali dati. Ritengo comunque che sia utile per la comunità chiedere a chi amministra impegno, competenza e lealtà nello svolgimento del loro incarico e non di rinunciare a quanto loro legittimamente dovuto. Non possiamo pretendere da tutti di fare come il presidente Monti, considerato anche che per ricoprire la carica di Presidente del Consiglio al massimo fino alla primavera del 2013 è stato nominato senatore a vita.

Anonimo ha detto...

Onofrio. Dal nome non riesco a capire chi sei.Ti dico subito che anche il tuo intervento e` molto originale.
In un momento come questo dove tutti gli italiani chiedono ai politici di ridurre il costo della politica, tu sei una voce fuori dal coro e questo ti rende veramente originale. Scusa ma onestamente del tuo intervento ho capito poco.
Per quello che ho capito chiarisco un paio di punti:
1. Il sindaco non solo puo` dimezzare la sua indennita` che comporta il dimezzamento di tutte le altre indennita` degli altri amministratori, ma puo` tranquillamente rinunciare a tutta l'indennita`, molti sindaci in giro per l'Italia lo hanno fatto e sempre di piu` continuano a farlo.
2. Le petizioni si inviano alle persone interessate, in questo caso il sindaco di Ciminna.
3. Il dimezzamento delle indennita` farebbe risparmiare un po` di soldi all'amministrazione, questi soldi potrebbero essere destinati ad interventi di solidarieta`.D'altronde mi pare che tutti coloro i quali andranno a rivestire cariche amministrative nella nuova amministrazione non hanno bisogno di qualche centinaio di euro in piu` per vivere decentemente, mentre ci sono famiglie costrette a chiedere aiuto a parenti amici e talvolta la parrocchia.
Sai che il primo provvedimento di Hollande in Francia e` stato di ridurre del 30 per cento il suo stipendio e quello di tutti i componenti del governo?

Onofrio ha detto...

@Sal. Io sono un elettore ciminnese che cerca di contribuire al bene della comunità votando responsabilmente. Vorrei fare anche di più, disinteressatamente. Cerco di spiegare meglio quanto scritto ieri. Per "dosso" intendevo dosso stradale artificiale o rallentatore di velocità, che collocato nel punto giusto assolverebbe alla stessa funzioni della rotatoria. Era comunque solo un parere. Dubito che i sindaci e assessori che hanno rinunciato alle indennità come riferisci tu, l'abbiano fatto a seguito di petizione popolare. E poi come fai a dire che sono l'unico ad essere di questo parere? E Hollande in Francia ha fatto una Legge, non una petizione popolare che comunque ha un valore simbolico, sicuramente significativo, ma che non cambia di una virgola l'economia della Francia. Quello che dobbiamo chiedere, anzi pretendere dall'amministrazione è impegno, efficienza e onestà. Se poi, spontaneamente, volessero pure rinunciare alle indennità tanto meglio. Intanto fino al 15 giugno i cittadini possono incrementare le entrate del Comune con la scelta della destinazione del 5 per mille firmando nell'apposita casella, se lo ritengono opportuno. Con questo spero di meritare almeno la sufficienza.

Anonimo ha detto...

Onofrio. Allora noi dobbiamo solo sperare che gli amministratori si riducano spontaneamente l'indennità e poi dire grazie.e poi dire grazie.secondo una visione feudale della società. Pensi di non avere il diritto di chiedere ai tuoi amministratori di ridursi l'indennità e aspetti che lo facciano spontaneamente,?
Ok.. aspetta... aspetta...e spera.. Scusa ma mi viene spontanea una domanda. Ma dove vivi, speri ancora nella buona volontà dei politici? Beato tu, mi ricordi molto il protagonista del Candido di Voltaire.
Io ho perso ogni speranza da questo punto di vista, e i fatti di tutti i giorni alimentano il mio pessimismo, una classe politica corrotta, abbarbicata alle poltrone, impegnati solo a difendere le loro posizioni di privilegio, sempre pronti a mettere tasse e impoverire la gente.Credo non ti sfugga che ancora non hanno tagliato un'euro alla politica, questo è un sistema bloccato non riformabile dal suo interno, personalmente sono convinto che questi non riformeranno niente con le buone.. Se poi tu sei convinto che i politici di Ciminna siano diversi dagli altri, significa che partiamo da assunti molto distanti e inconciliabili.
Inoltre Hollande ha fatto una legge perchè è Presidente, a Ciminna basta una determina del Sindaco per ridurre le indennità.Infine io non dò voti a nessuno.

Anonimo ha detto...

Ciao Ciminnitu.
Ho provato a prendere visione dell'ordinanza sulla rotatoria, ma non ci sono riuscito, il link per le ordinanze non è attivo e sotto la voce determine non l'ho trovata. Puoi darmi indicazioni?

ciminnitu ha detto...

Vai al seguente link

http://www.comune.ciminna.pa.it/NW2012/02%20-%20ALBOPRETORIO/01%20-%20Atti%20in%20pubblicazione/Atti%20in%20pubblicazione.htm

vai alla pagi 5 di 6 e trovi la delibera n° 32, forse non potevi accedere perchè il sito era in aggiornamento perchè hanno inserito decine di pubblicazioni.
Spero di esserti stato di aiuto

ciminnitu ha detto...

Comumque devi andare in ATTI IN PUBBLICAZIONI e po vai alla pagina 5/6 e non in ORDINANZE che non è attivo

ciminnitu ha detto...

Le ipotesi supportate nel mio post hanno trovato conferma nel comizio di questa sera fatto da Barone, dove ha dato conferma dell'uso degli operai della Calcestruzzi Ciminna e addirittura dell'uso di mezzi comunali, quale la spazzatrice per pulire aree private che nulla hanno a che fare con aree pubbliche.
Denunzie gravi, come peculato ed altro,fatte dal Barone, che sicuramente non lasceranno le autorità competenti presenti al comizio indifferenti,
Come diceva Sal il FarWest è iniziato.

Anonimo ha detto...

Quello che succede a Ciminna e` gravissimo, ed e` un film gia` visto.