Agorà Ciminna è attivo al nuovo indirizzo www.agoraciminna.it

La seguente pagina rimarrà a vostra disposizione con le sole funzioni di archivio degli articoli pubblicati negli anni passati (Agosto 2012).
Selezionando i due menù alla vostra destra potrete attingere alle notizie classificate per data e per argomenti.

lunedì 11 giugno 2012

Musica di Lanna: Ode al Metal

di Ezio Spataro
Ricordo quel campo scout a Bracciano con la mia radiocuffia dentro la tenda ad ascoltare i Metallica, gli Slayer e i Sepultura. Ero nella squadriglia Tigri, ed io veramente mi sentivo una tigre, anzi un liuni. Sotto la camicia azzurra della divisa avevo la magliettina coi teschi , "li testi di mortu" come li chiamava mia madre, e il logo dei Metallica, con la M iniziale e la A finale belle appuntite. Baden Powell mi avrebbe scomunicato dagli scout di tutto il mondo. Lasciate il mondo migliore di come lo avete trovato, mi insegnavano, ma io lo volevo spaccare prima di lasciarlo. L'irrequietezza del Metallaro.
ODE AL METAL

Na vota m'attintava
la musica metallara
e ogni ghiornu chi passava
affussava nta la vara!!

Mi vistìa sempri di nivuru
nun purtava però luttu,
di metallu facia ciavuru
la me musica era tuttu!!




Magliettini metallari
nn'accattavi nta ogni fera,
accussì spinnìa danari
era propria n'atra era!!

Di lu gruppu Sepurtura
m'avia fattu na curtura,
nta ss'avanzi di galera
cci sunava Cavalera....

C'era un gruppu assai bastardu
ci sunava Dave Lombardu,
e maniava ddi bacchetti
ca trimavanu li tetti...

Cu attintava e nun capìa
di sta musica dicìa:
"pari scrusciu di na lanna,
unu attenta e pò s'addanna!!"

Quali foddi lu mmintaru
stu metallu arrancidusu??
Addumanna a lu firraru
ca ogni ghiornu nn'avi l'usu!!

Ora sempri vaiu pinsannu:
quanti corpa detti tannu!!
Dda chitarra strapazzata
si zittì nta n'agnunata!!

Si carmà la gran faidda
ca cumanna sempri idda,
chi ti veni e chi ti spinci
a carmalla tu nun vinci!!

Ora è friddu lu metallu
è difficili a maniallu,
la me furma la pigghiavi
ma di iddu un mi scurdavi.

Nta la fisica si dici
l'energia nun si disfìci
nun si crea nè si distrudi
mancu quannu tu ti strudi!!

Si ci cridi a st'enunciatu
lu metallu è arrè quadiatu,
si li cordi arrè nfucaru
nesci un sonu metallaru.


di Ezio Spataro



4 commenti:

Filippo Leto ha detto...

Grande Ezio!! Ci voleva proprio un Ode a questa musica che è spesso oggetto di critiche, ma penso che difficilmente altri generi riescono a darti la carica e l'emozioni che il metal trasmette ;)

Eziu Spataru ha detto...

Si lo so hanno detto tutto il male possibile sul Metal, hanno detto appunto che è la musica del male, che è musica satanica, ecc, ecc...
Per me è solo energia che ha bisogno
di venire fuori, è una forma d'arte nobilissima.
Metal forever.

angelo ha detto...

Ciao Ezio sempre puntuali le tue poesie,e piacevoli;mio figlio che sta cercando di imparare la chitarra elettrica spesso emana suoni metallici e non sono così diabolici come si dice,è più infernale il ballo del qua qua.A parte che sono cresciuto con questa musica,assieme a De Andrè,Guccini,Gaber,ecc...e penso di non essere meno sensibile, di chi ascoltava solo canti di chiesa,o i successi di Sanremo,verso l'ambiente e il mondo...anzi se ho una propensione all'ambientalismo è anche grazie alla musica che ho ascoltato...ciao e complimenti.

angelo ha detto...

Ciao Ezio sempre puntuali le tue poesie,e piacevoli;mio figlio che sta cercando di imparare la chitarra elettrica spesso emana suoni metallici e non sono così diabolici come si dice,è più infernale il ballo del qua qua.A parte che sono cresciuto con questa musica,assieme a De Andrè,Guccini,Gaber,ecc...e penso di non essere meno sensibile, di chi ascoltava solo canti di chiesa,o i successi di Sanremo,verso l'ambiente e il mondo...anzi se ho una propensione all'ambientalismo è anche grazie alla musica che ho ascoltato...ciao e complimenti.